La nostra carta fatta di bollicine,rosati e vini bianchi: in estatec’è più gusto a bere siciliano

di Luigi Salvo

L’estate è sinonimo di vacanze, divertimento, incontri, occasioni di relazioni. Il sole e le giornate più lunghe ed ariose stimolano il desiderio di aggregazione e di socializzazione. La nostra alimentazione si adatta con preparazioni più semplici e leggere: si prediligono fresche insalate, ricette a base di verdure stagionali, condimenti leggeri e i piatti di pesce diventano principi delle nostre tavole.
E nelle calde serate, tra amici e buon cibo, il vino non può mancare. Ho selezionato quindi dieci vini per l’estate con diverse caratteristiche, dal frizzante, allo spumante, dal bianco, al rosso, da poter godere con i giusti abbinamenti. Ma occhio al caldo! Servire un vino alla temperatura non adeguata significa modificarne le sue caratteristiche sensoriali e quindi ridurne le sue caratteristiche di pregio.

Makisè

Bianco Frizzante Naturale

Fina

Le vigne di Bruno Fina si estendono nel territorio di Marsala (Tp) a diverse altitudini, da uve Grillo nasce questo brioso bianco frizzante, vino dalle semplici ed efficaci caratteristiche sensoriali. Ha olfatto vivo e fragrante con note di margherite bianche e ginestra, fruttate di pera e sentori vegetali tipici dell’uva. Al palato la sua leggera bollicina amplifica le note fresche e agrumate. Classico vino “da barca”, perfetto come aperitivo in ogni occasione, è da provare con pesce crudo, con vari antipasti e variegati primi piatti di mare della cucina mediterranea, su tutti il cous cous di pesce.

_______________

Alantaria 

Insolia Spumante Charmat Brut

Nicosia

La cantina Nicosia sorge sul versante sud-orientale dell’Etna in prossimità della località di Trecastagni, Carmelo Nicosia è stato l’artefice di questa storica realtà seguito oggi dai due figli Graziano e Francesco. Questo spumante Charmat prodotto da uve Insolia, è fresco e fragrante, effonde al naso sensazioni di acacia, pera, pesca bianca, e note erbacee. Ha sorso equilibrato, con le bollicine che amplificano le note fruttate. Perfetto per un aperitivo, magari al tramonto, in abbinamento con polpette di sarde, caponata siciliana, involtini di melanzane, gamberoni alla griglia.

_______________

Apum 

Brut Rosè ’18 Etna Doc 24 mesi

Cantina di Nessuno

L’azienda delle famiglie Costanzo e Brancatelli, si trova nel versante Sud Est del vulcano, tra Fleri e Trecastagni (Ct), in un’area caratterizzata dalla presenza di conetti vulcanici spenti. Le uve di Nerello Mascalese per la base spumante provengono da un vigneto che si trova a 700 mt ai piedi del Monte Gorna. Metodo Classico di gran piacevolezza, ha naso con note di rosa, lavanda, piccoli frutti di bosco e sensazioni di crosta di pane e minerali. Bello il sorso fresco, sapido e di ottima lunghezza. Da abbinare a tempura di gamberi e verdure, spaghetti polpa di ricci e molluschi crudi, tonno in crosta di semi di sesamo.

_______________

Sole 

Insolia ’20

Fondo Antico

I vigneti della Famiglia Polizzotti-Scuderi si estendono per 80 ettari in Contrada Portelli, frazione Rilievo nel territorio trapanese. L’Insolia, vitigno dalle antiche origini, largamente diffuso nei territori centro-occidentali della Sicilia, se allevato e vinificato con cura è in grado di dare vini di gran interesse. è piacevole al naso con sensazioni di acacia, glicine, pesca bianca, susina, fiori d’arancio, pepe bianco e note salmastre. Al gusto conferma il temperamento, sostenuto da acidità fruttata e delicata vena sapida. Di grande abbinabilità, sposa pasta con i tenerumi, caserecce al pesce spada, rombo con crema di zucca e erbette.

_______________

Zahara 

Grillo ‘20

Casa Grazia

Il luogo dove sorgono le vigne di Grillo di Casa Grazia gode del particolare clima all’interno della riserva naturale orientata del Lago Biviere a Gela (Cl), Maria Grazia Di Francesco, nei suoi vini riesce ad esprimere l’identità dell’affascinante territorio di questa parte di Sicilia. Bello da bere, ha olfatto ricco di fiori di zagara e gelsomino, note di pera Williams, melone giallo, frutto della passione, sensazioni mentolate e speziate. Dal gusto pieno, ha particolari ricordi di mandorla verde e amplificazione del frutto. Da provare con formaggi caprini, linguine triglie e finocchietto, bucatini con sarde, frittura di paranza.

_______________

Lybra

Chardonnay ’20

Todaro

I vigneti dell’azienda Todaro si estendono nella Valle dello Jato in provincia di Palermo, godono di altitudine ed ottime escursioni termiche. Lo Chardonnay, il vitigno internazionale più diffuso al mondo, qui riesce ad esprime interessanti caratteristiche di fresca mediterraneità, naso di con aromi di ginestra, pesca, ananas, susina gialla e agrumi. Riempie il palato tra freschezza e ricco frutto di persistenza gusto-olfattiva. Compagno perfetto di verdurine in pastella, linguine ai frutti di mare, orata al cartoccio, crocchette di pollo e olive ascolane.

_______________

Didyme 

Malvasia ’20  Tenuta Capofaro

Tasca d’Almerita

Tasca d’Almerita può vantare una storia che affonda le radici nell’Ottocento, nella tenuta di Capofaro della bellissima isola di Salina nelle Eolie produce questa Malvasia secca. Il vino ha grande personalità sia al naso che in bocca, note salmastre e sensazioni floreali di ginestra si mescolano a sfumature fruttate di pera e agrumate, macchia mediterranea e sensazioni di mandorla. Dalla perfetta corrispondenza gusto-olfattiva si allunga per la sua fresca aromaticità e si accompagna a piatti ricchi quali, spigola al forno con erbette e verdure, seppie in umido alle erbe aromatiche, baccalà mantecato con patate.

_______________

Bianco di Ludovico 

Riserva ‘18

Tenute Orestiadi

è un Catarratto quasi in purezza con una porzione di Chardonnay, vino dedicato a Ludovico Corrao sindaco di Gibellina e artefice della nuova città sorta dopo la distruzione del 1968. I vigneti si trovano vicino la vecchia Gibellina, a 600m s.l.m. vicino al Cretto di Burri; è vinificato in acciaio e metà del prodotto è affinato in tonneaux di rovere francese. Naso ricco di fiori di gelsomino, susina, mela, note agrumate e accenni di pietra focaia. La bocca è morbida con lampi di freschezza e con una bella vena sapida. Vino di struttura ideale con preparazioni importanti, come calamari ripieni, coniglio timo e salvia, petto d’anatra.

_______________

Lumera 

Rosato ’20

Donnafugata

I vigneti di Donnafugata per la produzione di questo rosato sono nella Sicilia sud-orientale, presso la Tenuta di Contessa Entellina, le uve che lo compongono sono l’autoctono Nero d’Avola e gli internazionali Pinot Nero e Syrah. Dal bicchiere sensuali note floreali di violetta, fruttate di ciliegia e piccoli frutti di bosco come il lampone, poi melograno e lieve speziatura. Al palato coniuga il frutto con la vibrante freschezza e lieve sapidità. Ideale con primi piatti ai crostacei, capesante gratinate, orata al forno con pomodorini, melanzane alla parmigiana.

_______________

Frappato

Doc vittoria 2018

Valle delle Ferle

A pochi km da Caltagirone, a 400 metri s.l.m., i vigneti cinquantenari di Frappato della Valle delle Ferle, allevati in regime biologico, si estendono all’interno della zona del Cerasuolo di Vittoria. Il Frappato, vitigno tipico del comprensorio, ha belle note floreali di rosa rossa, fruttate di ciliegia, lamponi, carruba e pepe rosa che stimolano l’olfatto; palato leggiadro, fresco e succoso d’ottima persistenza aromatica intensa. Da provare servito fresco con il tonno scottato alla piastra, primi piatti a base di pesce e verdure, formaggi freschi e, a media stagionatura, carni bianche e rosse alla griglia.

_______________
_______________